fotografia

Mantova: una passeggiata serale – Federica Garusi

Mantova : una passeggiata serale –  Mantova è una piccola città padana, collocata fra tre laghi da cui emerge con lo skyline del suo meraviglioso centro storico. L’ingresso alla città attraverso il ponte di San Giorgio, in certe stagioni o in certe condizioni meteorologiche, è sempre un’emozione. Giungere alla città in orari notturni ti consente di apprezzare in prima battuta la sagoma massiccia del maschio del Castello, che custodisce un tesoro inestimabile, la Camera degli Sposi del Mantegna, che qui visse ed operò per circa quarant’anni al servizio dei Gonzaga.

Alla sinistra del Castello si dispiega tutto il complesso di Palazzo Ducale, e qua e là svettano alcune gru, segnale degli insulti che il  patrimonio architettonico mantovano ha subito dal sisma del 2012. Tracce dei danni sono presenti anche nelle strutture medievali di Piazza delle Erbe, sulla facciata di Palazzo della Ragione. Tuttavia il fascino antico della città, dei suoi acciottolati, dei portici percorsi dai giovani che escono per un aperitivo, e dalle famiglie intente alle spese pre-natalizie nei numerosi negozi che si affacciano sulle vie del centro storico è immutato, e, per me che sono originaria della zona, direi commovente.

La visita di Palazzo Ducale (complesso edilizio di 35.000 metri quadri), svolta la sera, ha pure un fascino particolare, dovuto all’uso sapiente delle luci, lungo tutto il suo percorso.

Ho ritrovato, nonostante il turismo sia aumentato in maniera consistente negli ultimi anni, quel modo ancora “paesano” di vivere la città, da parte di una popolazione che ha nella concretezza la sua principale qualità. Il rito dell’acquisto della Gazzetta di Mantova alla mattina (che si dichiara, orgogliosamente, come il più antico quotidiano d’Italia, fondato nel 1664) è immutato; le signore che sciamano in bicicletta, anche nell’inverno più rigido, sono sempre numerose, e naturalmente, last but not least, rimane di altissimo livello una tradizione gastronomica dai sapori antichi, assolutamente speciali.

Federica Garusi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...